Estate in Camping - RibellArci

L’idea progettuale prevede la realizzazione di percorsi didattico-formativi specifici sui temi dell’antimafia sociale e culturale, sui beni comuni e sulla difesa del territorio. Partendo dall’analisi del territorio ospitante, quale Isola di Capo Rizzuto, i partecipanti saranno chiamati a confrontarsi sui temi della legalità e della difesa del territorio attraverso workshop, seminari, incontri, dibattiti, focus group e laboratori teorico-pratici. Inoltre, al fine di sensibilizzare i partecipanti e per favorire una piena coscienza di ciò che il fenomeno mafioso tutto comporta, sono previste uscite e visite ai beni confiscati alle mafie ed escursioni su territori devastati da atti di stampo mafioso.

La giornata tipo del partecipante sarà dunque suddivisa in due momenti: nella prima parte ci saranno momenti di formazione e confronto sui temi della legalità attraverso attività di tipo teorico, alternati a momenti di attività pratica e fisica (pulizia, ripristino, ecc)  nel sito del “Sovereto”, nell’Area Marina Protetta, nei beni confiscati ed in beni comuni del territorio crotonese.

La seconda parte sarà dedicata all’approfondimento dei temi proposti con attività pratico-laboratoriali attraverso la radio, il teatro e la fotografia consapevole, per una conoscenza “attiva” delle tematiche proposte.

Il progetto intende realizzare momenti formazione formale ed informale, spesso attraverso il dibattito e confronto fra i partecipanti e gli attori sociali che si occupano del tema della legalità (Istituzioni, associazioni, cooperative, giornalisti, ecc..), così come attraverso lo studio e la conoscenza dei luoghi che li ospiteranno, della loro storia e della loro importanza.

Nello specifico sono previsti focus formativi sulle tematiche legate al fenomeno mafioso in relazione al territorio ospitante, partendo dalla Pineta del Sovereto, dall’Area Marina Protetta di Isola di capo Rizzuto per poi conoscere il triste destino del territorio crotonese dove ‘ndrangheta e stato corrotto hanno devastato un territorio.  Dalle fabbriche chimiche, ormai dismesse ma ancora inquinanti e non bonificate, allo smaltimento dei rifiuti, dagli impianti di estrazione di metano e sale agli inceneritori e alle biomasse, dal business dell’energia eolica alla centrale turbogas, all’aggressione continua dell’edilizia, più o meno abusiva e selvaggia dei signori del cemento, sulle nostre coste. Ma anche la conoscenza di realtà ed esperienze di resistenza attiva e di lotta concreta alla ‘ndrangheta.

Le attività pensate verranno suddivise in tre macro aree di interesse che vedono la lotta alle mafie come: difesa del territorio (ambiente); difesa dei diritti umani (immigrazione); nuove pratiche di sviluppo occupazionale e di pubblica utilità (beni confiscati).

Ogni attività pratico-formativa sarà correlata ad una attività laboratoriale per consentire ai volontari del campo di considerare i temi trattati da punti di vista differenti ed inusuali. Ogni laboratorio sarà condotto con l’obbiettivo di produrre un elaborato sul tema dell’antimafia sociale (mostra fotografica, interviste, programma radio, performance teatrale, ecc.) traccia tangibile dell’esperienza del campo della legalità e materiale per campagne future dell’Arci.

Sono previsti inoltre tornei in spiaggia, laboratori di danza creativa, sessioni di yoga, cinema all’aperto, concerti e spettacoli teatrali.

Attraverso un approccio attivo ed informale si vuole rendere produttiva l’esperienza dei campi della legalità mescolandola con la peculiarità, tutta Arci, di organizzare il tempo libero con attività di ricreative e culturali.

Dove si svolge

Isola di Capo Rizzuto (Crotone)

Quando

10.06.2019 – 16.06.2019

01.07.2019 – 07.07.2019

22.07.2019 – 28.07.2019

19.08.2019 – 25.08.2019

Costo

250 €

Organizza

Ubimaior – Another Beach Project

Partner

Area Marina Protetta Crotone
Coop Terre Ioniche
Libera Crotone
Regione Calabria
Calabria Verde
Ass. Il Barrio – Circolo Arci
N.A. Culture in… Movimento
UDS
Rete della Conoscenza
Link Coordinamento Universitario

Info utili

Attrezzatura necessaria: guanti da lavoro, scarpe chiuse e comode, cappello e crema solare, vestiti informali e costume da bagno. Portare anche biancheria per la toilette e la doccia.

Contatti