A Lecco il workshop di fotoreportage di Giulio Di Meo

pubblicato in: Senza categoria | 1

31 Luglio | 03 Agosto 2018 | Lecco (Lc)

Ripartono per il terzo anno i workshop di fotografia sociale legati ai temi dell’antimafia organizzati da Arci in collaborazione con il fotografo Giulio Di Meo.

L’obiettivo sarà quello di documentare, attraverso l’uso della fotografia, l’esperienza e le attività che i volontari svolgeranno presso alcuni beni confiscati della città e della provincia di Lecco, durante le quali si avrà modo di conoscere la storia di questi luoghi e delle associazioni che li gestiscono.

Il workshop si svilupperà in quattro giorni, duranti i quali i partecipanti saranno guidati nello sviluppo di un progetto fotografico, attraverso l’analisi delle diverse fasi necessarie alla sua realizzazione: dall’idea alla pianificazione, dal lavoro sul campo all’editing, fino alla presentazione reportage.

Dal 2007 l’ARCI e la sua ONG, ARCS, promuovono e organizzano dei workshop di reportage in Italia e all’estero (Bolivia, Brasile, Camerun, Colombia, Cuba, Saharawi), tenuti dal fotografo Giulio Di Meo, con l’obiettivo di avvicinare giovani italiani a determinate realtà e problematiche attraverso la fotografia sociale.

In collaborazione con: Arci, Arci Lecco, Libera, Auser, Cgil, Spi-Cgil.

Programma: In questa sesta edizione di Attivatori di Cittadinanza Arci Lecco, insieme ai partner, ha voluto rivolgere l’attenzione sull’importanza e sul significato sociale che sta alla base dell’atto della #CONFISCA: quello di restituire i beni alla comunità, renderli vivi, animarli con iniziative culturali, formative e informative sulla difesa della democrazia, della legalità, della giustizia sociale, del diritto al lavoro. Le attività formative saranno organizzate in modalità ludico-creative, allo scopo di conoscere la storia delle presenze mafiose a Lecco e come il territorio si adopera per promuovere una cultura della legalità.

 

In particolare le attività si concentreranno su tre beniIl Giglio, ex pizzeria ora sede di un centro di aggregazione per anziani di Pescarenico; #leQuercediMamre, una villetta sita a Galbiate ora sede di un Centro Diurno Integrato per persone anziane; “Fiore” cucina in libertà, pizzeria e centro per attività sociali e culturali di Lecco.

 

Il corso sarà diviso in diversi momentiuna parte teorica, una parte pratica e una di critica e selezione dei lavori. il fotografo Giulio Di Meo proporrà workshop di fotografia sociale legati ai temi dell’antimafia, in cui verranno documentate le esperienze e le attività che i volontari svolgono sui terreni e beni confiscati

 

Costo del workshop: La quota di partecipazione è di 350 euro (non comprende viaggio, vitto, alloggio e ogni altro costo riferito alla realizzazione del corso in loco).

Prodotti finali: pubblicazione delle foto degli studenti sul sito del fotografo e dell’Arci e realizzazione di un prodotto multimediale del lavoro collettivo.

Proseguimento delle attività dopo il campo: In base all’interesse dei partecipanti, è prevista la possibilità di organizzare una mostra fotografica dove esporre gli scatti dei partecipanti, raccontando così la propria esperienza e sensibilizzando sui temi dell’antimafia.

Requisiti: il workshop non richiede conoscenze fotografiche tecniche specifiche o avanzate ma solo che i partecipanti abbiano già fatto, a qualsiasi livello, fotografia.

 

Sfoglia la fotogallery del workshop 2017 qui

 

Per info e iscrizioni: info@giuliodimeo.it | campidellalegalita@arci.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *